Caricamento...

ULISSE: Finding the way in lung cancer

31/05/2018 0
Ulisse-1200x991.jpg

Il carcinoma polmonare è la prima causa di mortalità per patologia oncologica in entrambi i sessi. La classificazione del carcinoma polmonare, che non è un’entità nosologica unica, si è evoluta parallelamente alle conoscenze biomolecolari acquisite su questa patologia. Inizialmente il carcinoma polmonare è stato classificato in due istotipi: a piccole cellule (small-cell lung cancer, SCLC) e non a piccole cellule (non-small cell lung cancer, NSCLC); quest’ultimo è stato, in seguito, ulteriormente classificato in squamoso e non squamoso sempre sulla base dell’analisi morfologica. A partire dagli anni Duemila, con l’aumentare delle conoscenze biologiche e molecolari, la classificazione istologica (Fig. 1) dell’NSCLC è stata integrata prendendo in considerazione l’analisi di specifiche alterazioni geniche che hanno dimostrato un valore prognostico/ predittivo. Infatti, oggi è possibile associare diversi “sottotipi biomolecolari” di NSCLC a differenti strategie terapeutiche. Alla scelta dello schema chemioterapico basato sull’analisi dei differenti istotipi, si può affiancare una terapia mirata basata sull’analisi di uno specifico driver molecolare o, in senso più ampio, di una specifica alterazione (anche tra le variazioni dei livelli di espressione di specifiche proteine) che rende il paziente eleggibile o meno a diverse classi di trattamenti biologici.

Scarica la pubblicazionepdf


Invia una risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati dall'asterisco (*)


Logo_Negativo

Medica è una società fondata sulle capacità professionali ed umane delle persone che la compongono: professionisti esperti, impegnati nel campo dell’Editoria, Comunicazione, Diffusione e Formazione medico-scientifica.

© 2019 Medica – Editoria e Diffusione Scientifica S.r.l. con Unico Socio - All rights reserved - Sede legale: C.so Buenos Aires, 43 – 20124 Milano | C.F./P. Iva: 12389510152